Cerca

Dizionario

Contenuti del sito

Multimedia

Testi in patois

Documenti

Riti e feste

rites-et-fetes-mini-3185-l-3185-d_5630_l.jpg

In Valle d’Aosta, le feste e i riti tradizionali manifestano  tuttora una grande vitalità..

Documentarli implica il fatto di descriverli come si svolgono, in maniera realistica,  così  come si mostrano oggigiorno in quanto espressione di un preciso momento storico e di un determinato contesto socioculturale.

L’analisi implica, poi, diverse prospettive : quella del fotografo, quella del documentarista, quella dell’antropologo e quella dello spettatore occasionale che ne dà una lettura più emozionale.

Feste religiose, feste profane che si ritrovano nell’intero arco alpino oppure soltanto localmente offrono la possibilità di uno sguardo d’insieme delle diverse realtà, di apprezzarne le similitudini e le diversità con lo scopo di documentare il presente e creare fonti per la storia di domani.

In questa sezione vi presentiamo uno spaccato della ricchezza di questi momenti che sono l’espressione di un forte sentimento identitario.

I testi qui riprodotti sono estratti dalla pubblicazione Rites et fêtes en Vallée d’Aoste, realizzata nel 2013 dall’Assessorato istruzione e cultura della Regione autonoma Valle d’Aosta, nell’ambito del progetto di cooperazione transfrontaliera Italia-Svizzera “ECHI. Etnografie italo-svizzere per la valorizzazione del patrimonio immateriale”.

(foto © Région Autonome Vallée d'Aoste - Stefano Torrione)

In questa sezione

La festa di Sant'Antonio

Il santo patrono di Arnad è conosciuto su tutto il territorio valdostano come la più autentica festa di sant’Antonio, tra gli ultimi baluardi di un mondo agro-pastorale abbandonato.

Leggi tutto
La notte di Natale

Tra le varie celebrazioni liturgiche di mezzanotte della regione, una in particolare sembra conservare un fascino d’altri tempi ed è quella di Saint-Nicolas, piccolo comune dell’Alta Valle.

Leggi tutto
Riti e feste in valle d'aosta
La rouotta

Nella valle del Lys, a Lillianes, ancora oggi si pratica un gioco di bocce antico, la rouotta. La tradizione vuole che si svolga una sola volta all’anno, il 26 dicembre, giorno di Santo Stefano, anche in condizioni climatiche avverse.

Leggi tutto
La cottura del pane

In passato, fare il pane era una necessità, ma nello stesso tempo era anche una festa, un’occasione di ritrovo della comunità, un’esperienza che veniva condivisa da tutti, anziani e più giovani.

Leggi tutto
processione Cunéy
La processione di Cunéy

Situato a monte del vallone di Saint-Barthélemy, nel comune di Nus, quello di Cunéy è il santuario più alto d’Europa. Il 5 agosto, vi si celebra la festività religiosa della Madonna delle nevi.

Leggi tutto

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti. Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso ai cookie vai alla pagina informativa.

Pagina informativa