Lo ninno é lo tsaret

Anche quest'anno, l'Assessorato istruzione e cultura ha creato un nuovo supporto didattico per l'insegnamento del francoprovenzale dedicato, in particolare, ai bambini della fascia d'età 3-11 anni.

Lo ninno è lo tsaret è la nuova pubblicazione - illustrata dal celebre disegnatore Francesco Tullio Altan - il cui testo si ispira ai racconti della tradizione orale locale e che permetterà, attraverso un approccio ludico, un avvicinamento al patois e alla cultura valdostana da parte delle nuove generazioni.
La scelta della storia è stata dettata da diverse motivazioni che vanno dalla ricchezza degli spunti etnografici che essa offre, alla possibilità di identificazione da parte dei piccoli lettori, dalla semplicità della struttura e del linguaggio alla presenza di valori positivi e rassicuranti.

Come per La conta di ra, anche in questo caso non è stato stampato il testo del racconto. Questa scelta di non privilegiare una particolare variante di francoprovenzale risponde al desiderio di valorizzare tutto il ricco patrimonio linguistico della nostra regione. I testi nelle diverse varianti di patois possono essere scaricati dal sito e trascritti o incollati sulle pagine del libro, rendendo i piccoli alunni partecipi nella costruzione del racconto. Nelle ultime pagine del libro, è comunque possibile trovare il testo in italiano, in francese e nel patois di Verrayes, la variante del racconto originale.

Il libro diventerà, così, uno strumento di cui gli esperti che avranno il compito di seguire i nuovi corsi di francoprovenzale potranno servirsi per le proprie lezioni e dal quale potranno trarre ispirazione per costruire un percorso didattico, ricco di contenuti e al tempo stesso divertente e piacevole. Il tutto in un'ottica di éveil aux langues, vale a dire di sensibilizzazione nei confronti di una lingua che da poco ha trovato la sua collocazione anche nel contesto scolastico e che si prepara, così, ad affrontare il futuro.

Grazie ad un simile approccio, diverso da quello utilizzato tradizionalmente per l'insegnamento delle lingue, indipendentemente dalle competenze possedute dai partecipanti ai corsi, sarà possibile introdurre elementi linguistici, favorendo il loro apprendimento, in quanto essi potranno essere collocati in un contesto che, al tempo stesso, è tradizionale (sono presentati oggetti e pratiche che rimandano alla civilisation valdostana) e familiare (la storia narrata vede come protagonisti bambini che utilizzano termini semplici, tratti dal linguaggio infantile).

A partire dagli spunti offerti dal racconto, ecco alcuni suggerimenti per approfondire alcune tematiche:

- il villaggio rurale
- i mezzi di trasporto tradizionali
- i mestieri del legno
- i lavori agricoli

Oltre che all'interno dei corsi di francoprovenzale, la pubblicazione può essere utilizzata anche al di fuori da questo contesto da tutti coloro che desiderano avvicinare i propri bambini al patois. Il libro, infatti, è corredato da un ricco apparato didattico di schede ed esercizi linguistici.

Altri materiali didattici, legati alla storia del Ninno è lo tsaret sono, inoltre, scaricabili direttamente dal sito: glossari illustrati, esercizi e giochi linguistici, schede da colorare...

I testi »

Visitate in questa sezione i contenuti del libro Lo ninno é lo tsaret, nelle diverse varianti francoprovenzali.

Il libro »

Scaricate e stampate le illustrazioni– realizzate dal celebre disegnatore Altan - del libro Lo ninno è lo tsaret.

Le schede didattiche »

Ecco, a disposizione di tutti, un ricco repertorio di schede didattiche da utilizzare nei percorsi di apprendimento del francoprovenzale.