Martin Victor

MARTIN Victor
Rhêmes-Saint-Georges 1893-Saint-Pierre 1956

In ogni comunità c'è sempre un personaggio capace di scrivere e declamare discorsi per le  occasioni ufficiali e importanti: Martin Victor era uno di questi.

Creava le sue poesie, le presentava accompagnandosi con la fisarmonica e portava di casa in casa il suo spirito, la sua allegria, il desiderio di esprimere in patois i sentimenti più intimi.

Si considerava sì un poeta, ma prima di tutto un arpiàn (lavoratore dedito alla cura del bestiame negli alpeggi).

Allegati

  • Di notte

    Versioni in lingua francoprovenzale, in lingua francese e in lingua italiana

    Documento pdf (184 KByte)