Manuale per il buon uso del francoprovenzale

Se volete imparare il francoprovenzale, il consiglio migliore è quello di immergervi nella lingua e parlarla! Stringete amicizia con il maggior numero possibile di persone del luogo, chiacchierate con vicini, negozianti, baristi ecc.: qualunque occasione può esser utile per fare un po' di pratica. Più parlerete e più apprenderete!

Da queste considerazioni è nata l'idea di creare un manuale per il buon uso del francoprovenzale, rivolto sia a chi si avvicina per la prima volta al patois che a chi lo conosce già e desidera perfezionarlo. Si tratta di  uno strumento a portata di mano, anzi di click, utile per far fronte alle difficoltà che la lingua francoprovenzale può riservare nelle diverse situazioni della vita quotidiana: conversazioni telefoniche, acquisti, conoscenza, ringraziamenti... 

Realizzato dallo Sportello Linguistico, nelle varianti della città di Aosta e del comune di Aymavilles, grazie al supporto scientifico di Liliana Bertolo e Iris Morandi, il manuale è suddiviso in capitoli che saranno pubblicati a puntate in questa sezione. Una news presente sulla home page del sito, o inviata agli iscritti alla newsletter de "Lo Gnalèi", avviserà l'utente della messa online di nuovi contenuti.

Buona lettura!

Allegati

  • Numeri, pesi, misure, colori

    Qual è la regola generale per imparare i numeri ordinali e cardinali in francoprovenzale? Come indicare le frazioni, le percentuali, i multipli? Quali sono le espressioni di quantità? Quali unità di misura, in disuso nelle altre lingue, sono ancora utilizzate in patois? Come sono denominati i colori?

    Documento pdf (297 KByte)

  • Il tempo

    Come approfondire in lingua francoprovenzale il concetto di tempo cronologico: come esprimere l'ora, le stagioni, i momenti della giornata? Come formulare invece i fenomeni naturali?

    Documento pdf (1.223 KByte)

  • Fare conoscenza e incontrarsi

    Gli approfondimenti linguistici riguardano il vocabolario inerente le formule di saluto e la terminologia riferita alle svariate richieste che si possono effettuare nella vita di tutti i giorni: di permesso, di aiuto, di consiglio, di perdono. Uno spazio è dedicato agli auguri e alle felicitazioni nonché alle condoglianze. Fare conoscenza o incontrare una persona per la prima volta implica anche il saper descrivere la propria famiglia e il proprio percorso di studi, parlare del proprio lavoro, dichiarare il proprio credo religioso.

    Documento pdf (835 KByte)

  • Acquistare

    Vorreste confrontarvi con la vostra padronanza della lingua francoprovenzale relativamente ai termini legati all'alimentaizone, agli utensili, all’abbigliamento, all’orologeria, ai giocattoli, ai giornali, alle calzature, alla profumeria, all’artigianato, ai medicinali, ai fiori e alle piante e ai cd e agli strumenti musicali?

    Documento pdf (1.569 KByte)

  • Servizi

    Gli approfondimenti linguistici riguardano il vocabolario dei servizi: lavanderia, estetista, barbiere, le espressioni ed i termini che si utilizzano quando ci si reca in banca, alla posta, a scuola, dal meccanico, al distributore di benzina o quando si usufruisce dei bagni pubblici e della discarica. Si tratta di un capitolo particolarmente ricco di neologismi che nascono dalla necessità di esprimere concetti nuovi in ambiti che non esistevano nella realtà valdostana di settant’anni fa o che hanno subito notevoli cambiamenti negli ultimi decenni.

    Documento pdf (435 KByte)

  • Salute

    Gli approfondimenti linguistici riguardano il vocabolario inerente le parti del corpo, le malattie e i disturbi, la terminologia riferita a ciò che è scritto sui bugiardini dei farmaci, e ai diversi specialisti che si possono consultare con un particolare approfondimento a quella del dentista. Uno spazio è dedicato anche alla medicina popolare e all’aggiustaossa.

    Documento pdf (756 KByte)