I nomi dei comuni valdostani

La completa padronanza di una lingua non può prescindere dalla conoscenza del territorio in cui è nata e della sua cultura. Per tale ragione, trovano posto in questa sezione gli endonimi, vale a dire le denominazioni che ogni lingua possiede per indicare il proprio comune.

Al di là della forma cristallizzatasi nel tempo e resa ufficiale, esiste per ogni variante di francoprovenzale una denominazione specifica delle diverse località, frutto dei mutamenti fonetici verificatisi nel corso dei secoli e tipici di ogni lingua "viva. La grafia ufficiale, infatti, non sempre rispetta fedelmente la fonetica del toponimo, così com'è pronunciata dagli abitanti del comune in questione, in quanto tiene conto di una riflessione etimologica, storica e letteraria.[1]

I patoisant utilizzano, quindi, uno specifico nome per indicare il proprio comune, ma non solo: traducono nella propria variante le denominazioni dei comuni più vicini o di quelli con cui tradizionalmente si intrattengono relazioni di vario genere (economici, burocratici, culturali ecc.). È il caso, ad esempio, del capoluogo regionale Aosta che ha una sua diversa denominazione in ogni località valdostana. Al contrario, per indicare comuni più lontani, dal punto di vista geografico o economico, vengono spesso utilizzate le forme ufficiali.

Di seguito si fornisce la lista dei toponimi nei rispettivi patois, frutto di una ricerca basata sulle testimonianze degli informatori che collaborano con lo Sportello linguistico e sui dati raccolti nel corso dell'Indagine toponomastica in Valle d'Aosta[2], condotta dall'Assessorato regionale istruzione e cultura.

I dati presentati non sono sempre concordi. Infatti, per alcuni toponimi esistono più varianti, a seconda del villaggio in cui è stata raccolta la testimonianza o, semplicemente, a seconda dello specifico idioletto[3] dell'informatore.

Toponimo ufficiale

Toponimo francoprovenzale

Allein

Alèn, Allèn

Antey-Saint-André

Antèi, Antèi-Sent-André

Aoste 

Veulla

Arnad

Arnà

Arvier

Arvì, Arvyì

Avise

Oveuzo

Ayas

Ayas

Aymavilles

Le-z-Amaveulle

Bard

Bart, Bar

Bionaz

Bioun-a

Brissogne

Brèissogne

Brusson

Bretsón

Challand-Saint-Anselme

Tchalàn-Damoùn, Tchalàn-Sent-Anselme

Challand-Saint-Victor

Tchalàn-Dézot, Tchalàn-Sen-Victor

Chambave

Tsambova, Tsamboa

Chamois

Tsamoé, Tsamoué

Champdepraz

Tsandéprà

Champorcher

Tsampourtséi

Charvensod

Tsarvensoù, Tsaensoù

Châtillon

Tsatéyón, Tsateyón

Cogne

Cogne

Courmayeur

Creméyeui, Cromiyeui

Donnas

Dounah, Dounas

Doues

Doue

Émarèse

Maréiza, Imaréiza

Étroubles

Étrobble, Étroble

Fénis

Fén-ic, Fén-éc

Fontainemore

Fontramora, Fountramora

Gaby

Gòbi

Gignod

Dzignoù

Gressan

Grèsàn, Gressàn

Hône

Vion-a

Introd

Euntroù

Issogne

Issouègne

Jovençan

Dzonsàn, Dzoénsàn

La Magdeleine

La Madéléna, La Madeléna

La Salle

La Sola

La Thuile

La Tchouiille

Lillianes

Yian-e, Lilion-e

Montjovet

Mondzovet, Mondjouet, Mondjovet

Morgex

Mordzéi

Nus

Nus

Ollomont

Alomón, Allomoùn

Oyace

Asse, Iasse, Oyasse

Perloz

Perlo

Pollein

Polèn, Pollèn

Pontboset

Pombozé

Pontey

Ponté

Pont-Saint-Martin

Sa-Martìn, Sé-Martìn

Pré-Saint-Didier

Pra-Sen-Didjì

Quart

Caa

Rhêmes Notre Dame

Réma, Réma-Notre-Dama

Rhêmes-Saint-Georges

Sen-Dzordzo

Roisan

Rèizàn

Saint-Christophe

Sen-Cretoublo

Saint-Denis

Sen-Déén

Saint-Marcel

'En-Mar'éi

Saint-Nicolas

Sen-Nicolà

Saint-Oyen

Sent-Oyèn

Saint-Pierre

Sen-Piére

Saint-Rhémy-en-Bosses

Sen-Remì / Boussa, Bosa

Saint-Vincent

Sen-Vinsèn

Sarre

Saro

Torgnon

Torgnón

Valgrisenche

Vagrezentse

Valpelline

Vapeleunna

Valsavarenche

Ouhaentse

Valtournenche

Votornéntse

Verrayes

Vèèi

Verrès

Véres, Véreh

Villeneuve

Velanoua























































































[1] A. Bétemps, Micro-toponymie et graphie, « Nouvelles du Centre d'Etudes Francoprovençale R. Willien », n° 12/1985, Saint-Nicolas (AO).

[2] S. Favre, Les noms de villages, hameaux et autres localités au Val d'Aoste : toponymes récurrents entre oralité et tradition écrite, « Nouvelles du Centre d'Etudes Francoprovençale R. Willien », n° 55/2007, Saint-Nicolas (AO).

[3] Idioletto: lingua individuale, cioè particolare varietà d'uso del sistema linguistico di una comunità che è propria di ogni singolo parlante.